Ho conosciuto Gisella e Gianni nell’estate del 2018 quando, disperato per le brutte condizioni psichiche di mio figlio stavo attraversando il periodo più brutto della mia vita. Per una serie di “combinazioni fortuite” (che io ormai chiamo “Dioincidenze”) venni a sapere delle apparizioni di Trevignano Romano che già avvenivano da un paio di anni ma delle quali io, pur frequentando Trevignano da tempo, non avevo mai saputo nulla. Andai alla prima apparizione successiva e, letteralmente, rimasi incantato sia dal luogo sia dalla fervente, pura, semplice, genuina e sana religiosità che lì si respirava. Forzando la mia innata e patologica timidezza mi presentai a Gisella e Gianni che immediatamente mi accolsero con vero amore fraterno, dolcezza angelica ed estrema semplicità e cordialità. Da subito provai verso di Loro una grande attrazione umana e spirituale. Cominciai a frequentare i Rosari del Martedì e Sabato che normalmente si tenevano nella Cappellina del Sacro Cuore e chiesi ed ottenni di entrare nel Gruppo di Preghiera. Da subito potei vedere con i miei occhi le “Meraviglie del Cielo”: Madonnine lacrimare, Crocefisso ricoprirsi di vero sangue, fenomeni quali roteazioni e pulsazioni del sole. Sempre su Gisella testimonio le intense folate di profumo che si emanano dalla Sua persona, essudazioni di olio dalle mani in grande quantità, emografie, stigmate, estasi, grandi sofferenze fisiche durante la Settimana Santa.
Come ho detto all’inizio mi sono rivolto a Gisella per ottenere, tramite le Sue preghiere, la grazia dalla Madonnina della guarigione di mio figlio; cosa prontamente avvenuta (la testimonianza si trova nel libro “In cammino con Maria” di Ferdinando Carignani). Cito un’altro episodio che ha riguardato la mia anziana madre che, in seguito ad una brutta caduta, era stata portata in ospedale (frattura scomposta dell’omero) per subire un intervento ortopedico che i medici definivano assolutamente inevitabile. Subito avvisata, Gisella ha pregato per Lei e immediatamente mi ha richiamato descrivendomi tutto il decorso che avrebbe avuto mia madre (senza intervento ortopedico) utilizzando le stesse identiche parole (anche le virgole!!) che in seguito hanno usato i Medici.
Ovviamente l’intervento assolutamente indispensabile per i medici, dopo le parole di Gisella che lo escludevano, non si è più reso necessario.
Parlando di Gisella non posso non parlare anche di Gianni, il Suo adorato ed inseparabile marito con il quale forma una coppia che trasuda vero amore da tutti i pori. Anche Gianni è davvero incredibile; infaticabile (chiaramente ha una energia che gli viene “dall’Alto”), amabile (è sempre il primo a venirti incontro, abbracciarti e chiederti come stai). Io spesso ho ricevuto tramite Lui risposte a miei quesiti interiori come se mi leggesse nel pensiero o nel cuore.
Concludo con due parole sul meraviglioso Gruppo di Preghiera che supporta Gisella e Gianni; sono dei veri fratelli, pronti ad accogliere e ad aiutare chiunque senza chiedere niente in cambio.

Condividi

[wpsites_comment_form]