Anche noi seguiamo Gisella sin dal 3 novembre 2016, data della prima apparizione sul monte a Trevignano. Siamo stati testimoni di tantissimi, ma veramente tantissimi, eventi straordinari insieme a Gisella e Gianni (profumi, lacrimazioni, emografie…) e non sappiamo proprio quale sia il più significativo o importante. Abbiamo da subito creduto e quando abbiamo cercato conferme a questa attrazione che provavamo, le abbiamo trovate nella preghiera davanti al Santissimo, nella profonda pace che si prova accanto a Gisella, sul monte, nella casa di Gisella e Gianni, nelle Sante Messe partecipate insieme e durante la recita del rosario insieme a loro.
Ho visto le stigmate con i miei occhi, non perché ostentate. Guardando le mani di Gisella fasciate, Gisella stessa mi chiese se volevo vederle, ma mi sembrava di mancare di rispetto a tanta sacralità e allora le ho detto “no, non ne ho bisogno” e lei allora con tanta dolcezza, avvicinó le mani al mio viso e mi disse ” però il profumo lo devi sentire! ” Avvicinandomi e guardando le sue mani sotto i miei occhi, intravvedo dalle bende, morbidamente sollevate, i lembi di carne alzati, la carne viva….e sento un profumo inebriante….alzai gli occhi sconvolta, pensando soltanto a quanto dolore potesse provare e Gisella, con un grande ed amorevole sorriso, mi disse “queste sono le cose belle del Signore!” Non potrò mai dimenticare quel momento e tanti altri che custodiamo nel nostro cuore e che probabilmente ci vorrebbe un libro per raccontarli tutti. Per esempio il 3 febbraio 2020 Gisella chiede a nostra figlia di poter recitare qualche decina. Nostra figlia da qualche mese ha seri problemi di udito ad entrambe le orecchie. Pensiamo subito che recitare il Rosario durante l’apparizione affianco a Gisella fosse una grazia enorme per lei e per noi. Termina il rosario, ci salutiamo e torniamo a casa. Chiara, durante la cena, dice di sentire strani rumori da un orecchio e subito dopo dice che l’orecchio si è aperto e sente di nuovo. Rimaniamo sbalorditi, ma non commentiamo troppo di fronte ai nostri figli. Come d’abitudine, dopo ogni rosario del 3, la sera ci sentiamo con Gisella e Gianni per condividere le emozioni, quindi squilla il telefono. Era Gisella, ci raccontiamo come al solito le esperienze vissute e volevamo raccontare l’episodio di Chiara ma eravamo un po’ emozionati perché non sapevamo se tutto ciò fosse una grazia scesa dal cielo e in quel mentre Gisella chiede “piuttosto, ditemi come va l’orecchio di Chiara, la Madonna mi ha detto che oggi sarebbe successo qualcosa e che poi pian piano tornerà tutto normale.” Ovviamente la gioia è stata grande nei nostri cuori.
Potremmo continuare a raccontare….
Chi parla di eresia, non sa cosa dice e sa di essere in malafede, perché parla senza aver fatto esperienza, a differenza di noi che le viviamo in prima persona.
Gisella e Gianni, grazie per il vostro sì! Grazie alla nostra Mamma Celeste e a Gesù che vi hanno posto sul nostro cammino!

Condividi

[wpsites_comment_form]