TESTIMONIANZA DI GABRIELLA DI SALERNO

 

Mi chiamo Gabriella e vivo a Roma. Seguo le apparizioni di Trevignano da qualche anno e sono diventata sempre più assidua perché sento la presenza di Dio e della Madonna su quella collina benedetta.

La mia è una testimonianza un po’ singolare perché sono stata oggetto di malefici da parte di varie persone quando ero ancora nel grembo materno e anche dopo. Da tanti anni prego, recito il Rosario e vado a Messa tutti i giorni. Sono andata a tante Messe di guarigione e liberazione e anche da vari esorcisti, i quali sono concordi nel ritenere che, quando il male è fatto ad un bambino molto piccolo, è un male radicato, difficile da estirpare tanto più se alcuni dei responsabili sono morti senza essersi confessati e senza aver chiesto perdono.

Nell’ultimo anno, in seguito alla distruzione di tutte le foto di famiglia, gli attacchi degli spiriti maligni (San Padre Pio in sogno mi ha rivelato che si tratta di più spiriti scagliati contro di me) sono diventati più violenti e dolorosi, finché una notte, a gennaio scorso, ho intuito che volevano uccidermi. Così, disperata, ho invocato Dio esclamando tre volte “La Potenza della Lode, la Potenza della Lode, la Potenza della Lode!” e i demoni sono scappati. Ho sempre sofferto di disturbi di ogni genere, di malattie sconosciute e ho fatto quasi 40 cadute, senza però avere mai conseguenze davvero gravi, ma gli attacchi recenti mi sono diventati insopportabili con perdita di equilibrio, nuove cadute rovinose e, soprattutto, la sensazione di avere una forza maligna attaccata al viso dentro il naso, oltre che nella spina dorsale.

Ma non ho desistito continuando con tutte le pratiche religiose, diffondendo i messaggi della Madonna di Trevignano e in altri luoghi, facendo apostolato e soprattutto invocando continuamente Dio, Gesù e la Madonna.

A Trevignano, ieri 3 agosto 2022, sono arrivata quasi barcollando e priva della voce. Stavo così male che pensavo di non riuscire a raggiungere l’altare e pregare davanti al Crocifisso e alla statua della Madonna per la debolezza estrema nelle gambe. Gisella aveva da poco letto il messaggio della Madonna nel quale, Lei, prometteva tante grazie su coloro che erano presenti. Stamattina, dopo quasi un anno di tormenti al viso, per la prima volta mi sono svegliata senza questi tormenti e ho potuto camminare senza perdere l’equilibrio.

Ho sempre creduto che la Madonna mi avrebbe aiutata, che avrei ottenuto da Dio la grazia della liberazione… Non so ancora se questa mia sia una grazia di liberazione definitiva ma, intanto, ringrazio il Signore e Maria SS.ma di avermi concesso una tregua nel dolore continuo e chiedo a Dio la forza di fare testimonianza pubblica, cosa non facile per me….

Grazie anche a Gisella e Gianni per il loro continuo e fervente apostolato!!!

Condividi

[wpsites_comment_form]